3169070 Roma 14°C 40 Mist mist % 1019 bars 87 umidita' tramonto:18:21 - FB - News - app

Int To Mi Ve Fi Roma Na

Condividi

Live da Twitter
625526210954853_902578023249669
Emozionarte.it 04.10.2017 09:10

A Roma arriva la tela collettiva - ODYSSEY

Un progetto di MANOHAR CHILUVERU

A cura di Valentina Gioia Levy

MACRO TESTACCIO (Spazio Factory)

Sabato 07 e Domenica 08 Ottobre 2017 - dalle 14,00 alle 20,00

MAAM

Sabato 14 Ottobre - dalle 10,00 alle 18,00

L’artista indiano Manohar Chiluveru arriva a Roma con il suo progetto itinerante Odyssey, presentato nell’ambito della Biennale di Pune 2017, dove l’artista ha realizzato con il supporto del British Council una grande tela e un workshop con bambini e adolescenti. Il progetto viaggerà attraverso 24 città del mondo. Il numero 24 è stato scelto idealmente non solo in quanto rappresenta il numero delle ore di un giorno, ma anche il numero dei fusi orari del pianeta. In ogni città l’artista realizzerà un dipinto collettivo, in collaborazione con il pubblico, che resterà come dono alla città ospitante.

Il lavoro pittorico di Manohar Chiluveru affonda le radici nella fascinazione per l’action painting americana e per quella tradizione legata al gesto pittorico dominante, ma mai completamente dominato. La sua pratica si fonda tuttavia sui codici estetici del modernismo indiano, a cui fa costante riferimento, per poi a volte lasciarsi contaminare dalle ispirazioni del pop psichedelico, che nei decenni passati hanno veicolato insieme ai valori hippy anche molti stereotipi sull’India, sul suo folclore e sulla sua cultura tradizionale.

Odyssey, come sottolineato dalla curatrice e storica dell’arte Lina Vincent Sunish, è anche e soprattutto un progetto di arte relazionale che mira all’abbattimento delle divisioni tra artista e pubblico. I Collective Painting sono in effetti realizzati dall’artista insieme a tutti coloro che vogliono intervenire e prendere parte alla creazione dell’opera.

Secondo Manohar Chiluveru, la conoscenza e la creatività devono circolare liberamente e senza limitazione nel mondo come il sangue circola nel corpo umano, altrimenti si rischia di creare una società morta, senza vita. Il pensiero dell’artista è particolarmente rilevante se si tiene conto del fatto che la società indiana è ancora oggi fortemente divisa e che sebbene, sulla carta, il sistema delle caste non esista più, di fatto permane ancora un forte classismo, causa di profonde ingiustizie sociali.

Il progetto Odyssey sarà presentato al Macro Testaccio sabato 7 e domenica 8 ottobre nell’ambito dell’evento Meditiamo Ragazzi organizzato dall’associazione Inner Peace, che promuove iniziative di utilità pubblica volte alla diffusione di una cultura di pace, integrazione e solidarietà.

Sabato 14 ottobre una seconda performance sarà realizzata al MAAM (Museo dell'Altro e dell'Altrove di Metropoliz). Il dipinto collettivo, che contribuiranno a realizzare anche gli abitanti degli spazi occupati nell’ex fabbrica in via Prenestina, resterà in dono al museo.

MACRO TESTACCIO, La Pelanda - Centro di produzione culturale

Sabato 07 e Domenica 08 Ottobre 2017 - dalle 14,00 alle 20,00

Ex Mattatoio di Testaccio, piazza Orazio Giustiniani, 4 – Roma

INGRESSO LIBERO

MAAM, Museo dell'Altro e dell'Altrove di Metropoliz_città meticcia

Sabato 14 Ottobre dalle 10,00 alle 18,00

Via Prenestina, 913, 00155 Roma

INGRESSO A OFFERTA LIBERA

Per informazioni:

Giulia Pilieci, Assistente curatoriale

odyssey.rome@gmail.com

625526210954853_895059420668196
Emozionarte.it 18.09.2017 13:09

A Roma: "Cosmogonia Terrestre": le opere di Sergio Russo respirano.

COSMOGONIA TERRESTRE a cura di Gianluca Marziani

Opening: mercoledì 20 settembre ore 18.30

Exhibition: 21 settembre - 9 ottobre 2017

28 Piazza di Pietra - Fine Art Gallery

P.zza di Pietra, 28 Roma

La galleria 28 Piazza di Pietra presenta

19 marzo 2016: Sergio Russo esordisce con la sua prima mostra presso le sale di Palazzo Collicola Arti Visive, il museo che dirigo da sette anni a Spoleto, un luogo dove la memoria s’intreccia con il progresso al presente, dove le giovani rivelazioni si alternano con le mature sorprese, dove la certificazione della Storia incrocia il divenire dell’oggi. Qui ho invitato un esordiente anomalo come Russo, portando nel museo la sua memoria in forma di opere, raccontando una storia umana attraverso decine di quadri e sculture, frutto di una dimensione privata che nasce dalla sedimentazione di una vita pubblica, nel solco manuale che unisce il gesto controllato, la professione d’origine e le attitudini di un’età consapevole.

20 settembre 2017: Cosmogonia Terrestre è il titolo che abbiamo scelto per la seconda personale di Sergio Russo, questa volta a Roma, lungo i due piani di una galleria contemporanea come 28 Piazza di Pietra. Alcune opere del precedente progetto si amalgamano ai nuovi pezzi che l’artista ha prodotto nell’ultimo anno, confermando quello stato di grazia che vive di sentimenti e ispirazioni, consapevolezza e passione, serietà e leggerezza in dosi sempre calibrate.

Scrissi nel catalogo del 2016: ...Un viaggio coerente nel circuito biologico del riuso attivo, nei materiali saggi di una campagna generosa, pronta a offrire lo spunto testuale, l’escamotage figurativo, la chiave concettuale. Quando parliamo di campagna s’intende, in realtà, il serbatoio continuo di scarti agricoli, meccanici, idraulici ed elettrici che una tenuta nel verde produce a ciclo continuo. Immaginate una fucina in cui gli scarti siano divisi per tipologia di materiale, un posto di attrezzi e macchinari da cui pescare con vorace energia. Adesso pensate a Sergio Russo che gestisce quei frammenti con le sue mani flessuose, abituate per decenni alla leggerezza soffice, capaci di trattare il ferro e il legno con morbida passione...

A unire le opere scorre una traccia nascosta, un collante invisibile che sembra riportarle a un’origine cosmica, verso un’archeologia planetaria da cui potrebbero giungere certe geometrie diseguali, certi sinuosi volumi, certi agglomerati seriali, certe masse di materia entropica. Sergio Russo non esprime legami diretti con i processi alchemici ed esoterici, al contrario si lascia prendere dal flusso muscolare del suo studio in campagna, segue l’onda del contatto diretto, lotta con i materiali e li plasma come fossero forme gassose. Di fatto, però, il risultato mantiene un suo contenuto alchemico che ricrea un immaginario simbolico: ogni opera allude a pianeti e stelle, elementi atmosferici, movimenti invisibili perché giganteschi e lontanissimi, metafore cromatiche e strutturali che ci avvicinano ai moti dell’ignoto o del percepito.

In fondo, il compito ultimo dell’artista è ancora quello di aprire interrogativi, porre domande mai univoche, elaborare un dubbio in chiave visiva. Sergio Russo trasforma le sue meccaniche di scarto in un riciclo veggente, una via estetica che parla un linguaggio aperto, privo di sovrastrutture, limpido nella maniera di modulare geometrie e colori.

Sempre dal catalogo del 2016: ...I materiali di scarto sembrano attraversati da un erotismo fluido, da una coscienza del bello che l’artista gestisce con parsimonia mercuriale. Le opere sono sensuali, fluttuano sul muro come grandi foglie sospinte dal vento estivo, quasi a perdere le proprie origini “sporche”. Forme che abdicano alle funzioni d’uso, favorendo le metodiche contemplative e liberatorie. Le rondelle da ferramenta sono il miglior esempio per capire l’approccio di Russo: un oggetto seriale, destinato a utilizzi poco poetici, che si trasforma in punto di trama, cerchio dopo cerchio fino a creare una geometria derivata, uno specchio frammentato del paesaggio che si sublima nel moto plastico delle tavole...

La mostra è un viaggio per cicli tematici, un intreccio visivo che riporta l’attenzione sul catalogo prodotto per Spoleto. Su ogni parete della galleria vedrete un singolo tema che nasce dal tipo di materiali e tecniche elaborative. Sul pavimento alcune sculture che ampliano le volumetrie dei quadri, trasformando i materiali in una specie di foresta geometrica. Viste tutte assieme, le opere esposte diventano una composizione armonica tra strumenti eterogenei, una partitura cosmogonica che guarda verso il cielo ma sembra ancorarsi alla superficie terrestre. Da qui il titolo - Cosmogonia Terrestre – che, in un attimo, evoca l’ambivalenza biologica delle opere, il loro status tra pesante e leggero, durezza e morbidezza, interno ed esterno, spinta e compressione, alto e basso...

Le opere respirano...

Organizzazione a cura di Francesca Anfosso

info: galleria28pdp@gmail.com

www.28piazzadipietra.com

1508398534
1508394619
1508269114
17.10.2017 21:38Capitolivm Notte romana a tutti dal salotto di Piazza Navona 🌜#Roma https://t.co/rJZKajnaAM https://t.co/cbQvkr5OFc
1508230800
17.10.2017 11:00Palazzo Esposizioni Hai 18 anni? Entra al Palazzo delle Esposizioni con il #BonusCultura !Scopri tutte le info: https://t.co/6d5Q3gsORQ https://t.co/P3h8DRhoba
1508113213
16.10.2017 02:20LaGalleriaNazionale All'uscita della Galleria Nazionale d'arte Moderna, un tramonto romano di quelli che ti incantano https://t.co/RYTHsggHeT
1507912236
1507459543
08.10.2017 12:45Museo Etrusco Roma #FamiglieAlMuseo #F @mu2017 giornata piena di gioia e di visite https://t.co/XuTw3sfqHF
1507190512
05.10.2017 10:01Explora MuseoBambini #ExploraInClasse : all’Istituto Comprensivo “Barbara Rizzo” di Formello per #SummerStem ! https://t.co/tCxcFcOiSk https://t.co/l95pnckMkQ
1496038461
29.05.2017 08:14Museo Alto Medioevo Il @Museo_MAME ha voluto aprire le porte ad un concerto di musica e danza persiana #aditumcultura https://t.co/94FrliNLGd
1486748122
10.02.2017 18:35MuseoApr Quattro sepolcri lungo l'antica via Labicana. Ma dove si trovano? Venite a scoprirlo. https://t.co/vBKGLli4Er https://t.co/947BqdPCYV
1508400798
19.10.2017 10:13Musei in Comune Roma Prenota la visita a #VillaStrohlFern guidate dalla curatrice della mostra di #Trombadori ospitata nella #GAMromahttps://t.co/inlUuXJYVQ
1508347573
18.10.2017 19:26MAXXI L'innata simpatia di #FrancescoGuccini e #LorianoMachiavelli , più tanti lettori al MAXXI per la presentazione del n… https://t.co/JUOAuyr3Q5
1508338639
1508334126
18.10.2017 15:42LaGalleriaNazionale Palma Bucarelli. La sua collezione – Renato Guttuso. Un uomo innamorato_ La Galleria Nazionale https://t.co/YiOu563FCH
1508331602
18.10.2017 15:00Palazzo Esposizioni Domani ore 21 al #PalazzoEsposizioni comincia la rassegna Anime. Ingresso libero fino ad esaurimento posti… https://t.co/3AGYYrB1Jt
1508236076
17.10.2017 12:27Explora MuseoBambini Some picture of the Logo Co-design Session at Hands On! Conference, first dissemination of #CreativeMakers project… https://t.co/a9Skb21TwP
1508234945
17.10.2017 12:09MuseoRomano Continuamos las jornadas con una de las grandes novedades arqueológicas en Extremadura, el yacimiento de El Turuñue… https://t.co/i8LdOfj2ij
1507670992
10.10.2017 23:29Museo Etrusco Roma 6.000 Followers!!! Grazie a tutti voi che ci state seguendo e restate in contatto per avere notizie sul #museoetruscovillagiulia !!!
1507571705
09.10.2017 19:55SaveMAME Segnaliamo questo corso, stupenda attività che si svolgerà in settimana dal 12 ottobre nel polo museale dell'Eur 😊 https://t.co/I46nESpj5t
1496730136
06.06.2017 08:22Museo Alto Medioevo Tessuti copti al @Museo_MAME !!per informazioni e prenotazioni su visite guidate e laboratori eventi@aditumcultura .… https://t.co/EfGXPeT4xc
1494502943
11.05.2017 13:42MuseoApr Oggi, in bici, ci sono venuti a trovare i ragazzi dell'IC Amaldi. Laboratorio di scavo finito. Si torna a scuola. G… https://t.co/Q2sRaZqjLu

Condividi Scarica l'app - Nel menù le altre zone. Seguici su Facebook.