- FB - News - app

Comunicati a info@emozionarte.it · WhatsApp: 324 53 12 167 · Condividi ·

Live da Twitter
625526210954853_1170230326484436
Emozionarte.it 15.11.2018 17:11

A Bologna - Oltre il muro. Tempere originali del cinema dell’ex Unione Sovietica - dal 23 novembre al 2 dicembre, la mostra

La Galleria Cinquantasei di Bologna presenta una mostra con opere tratte dalla propria grande collezione dedicata ai manifesti originali del cinema sovietico.

Apparentemente atipico all’interno della storia delle arti visive il manifesto cinematografico è in realtà uno strumento di comunicazione complessa e parte fondamentale dell’industria cinematografica: è strumento pubblicitario, è manifestazione del momento culturale in cui nasce, è un prodotto di grafica, è il biglietto da visita del film, è movente di mode ed infine anche un abbellimento delle città dove viene esposto. Esso diventa quindi strumento di cultura tangibile e un piccolo frammento di vita vissuta dagli uomini del XX secolo. Rappresenta in qualche modo le tappe dell’evoluzione artistica e sociale, pone l’accento sui cambiamenti che avvengono nel mondo della politica, della cultura, dell’economia e persino della tecnologia.

Le dieci opere in esposizione sono per la maggior parte tempere su carta e cartoncino, dagli anni Venti agli anni Sessanta, tra cui si riconoscono i lavori di Chazanovskij, Grebenshikov, Kononov, Ostrovskij, Ruklevkij e Zelenskij.

Per completare l’esposizione, a queste opere vengono affiancati cinque film in lingua originale sottotitolati:

- “La linea generale” (1929) di Sergej Eisenstein, ambientato in un villaggio russo, nel quale la miseria e l'ignoranza sono ovunque e le richieste vessatorie dei Kulaki completano una situazione drammatica per i residenti, ma tra gli abitanti una povera contadina si mette a capo di una cooperativa per cercare di migliorare le condizioni del paese.

- “Man with a Movie Camera - L’uomo con la macchina da presa” (1929) di Dziga Vertov, documentario che racconta la giornata, dall'alba al tramonto, di un cineoperatore che riprende per lo più scene di vita quotidiana per le strade di Mosca.

- “La congiura dei Boiardi” (realizzato nel 1946 ma distribuito nel 1958) di Sergej Eisenstein che narra le vicende dello zar Ivan IV alle prese con una ribellione della classe dei Boiardi, capeggiata dalla zia.

- “Ivan il terribile” (1944) di Sergej Eisenstein, film biografico sullo zar Ivan IV.

- “Circo” (1936) di Grigori Aleksandrov, un musical-commedia incentrato sulla figura di un’artista americana del circo, interpretata dalla famosa star russa Lyubov Orlova.

Informazioni: Galleria Cinquantasei 051250885 -3356066009- info@galleria56.it

Oltre il Muro, Vostrovskij, Nove Giorni di un anno, 1962, tempera su cartoncino

625526210954853_1165917746915694
Emozionarte.it 08.11.2018 13:11

In libreria - Dipinti italiani del Trecento e del Quattrocento -

Catalogo completo - ACCADEMIA CARRARA BERGAMO

a cura di Giovanni Valagussa

Il catalogo ragionato della collezione bergamasca che attraversa due secoli di arte figurativa. Tra vicende di capolavori e opere meno note, nuove scoperte e attribuzioni come quella, ormai di fama mondiale, della Resurrezione del Mantegna

in libreria dall’8 novembre

La ricognizione inventariale proseguita da Accademia Carrara di Bergamo anche in vista della riapertura nel 2015, ha reso possibile un accurato lavoro di studio e catalogazione delle opere da parte del conservatore dell’Accademia, lo storico dell’arte Giovanni Valagussa, sfociato nella realizzazione di un catalogo completo dei dipinti italiani tre e quattrocenteschi custoditi nel museo.

Nasce così il volume ACCADEMIA CARRARA BERGAMO. Dipinti italiani del Trecento e del Quattrocento, catalogo completo, a cura di Giovanni Valagussa, edito da Officina Libraria e disponibile in libreria dall’8 novembre. Il catalogo si propone come uno strumento prezioso che svela ulteriori particolari rilevanti per la storia dell’arte e dell’uomo, valorizzando le opere dell’Accademia esposte e non. E andando a rafforzare, quindi, l’affermazione di Salvatore Settis che “i depositi di un museo rappresentano una sorta di riserva aurea, in perenne rapporto con le collezioni esposte”.

È grazie a questo lavoro di ricerca e studio, infatti, che si è giunti, lo scorso maggio, alla scoperta che in pochi attimi si era propagata in tutto il mondo, dell’attribuzione della Resurrezione di Cristo custodita nei depositi dell’Accademia Carrara di Bergamo al maestro Andrea Mantegna: a sconvolgere le tesi della critica precedente, che aveva ritenuto la tavola troppo rovinata dai restauri, o forse una copia di lavori perduti, proprio il conservatore della Carrara, insospettito, col suo team di studiosi, dall’effetto di continuità dell’opera conservata a Bergamo (nel cui margine inferiore si intravvede una croce) con la Discesa al Limbo del Mantegna di collezione privata (nel cui margine superiore è evidente l’asta che culminerebbe con la croce).

Il volume, pubblicato da Officina Libraria, illustra in ben centodieci schede altrettanti dipinti antichi italiani custoditi dall’Accademia Carrara, databili tra il 1300 e il 1500. Divise in tre aree, toscana e centroitaliana, lombarda, veneta, le opere vengono raccontate secondo la loro peculiare storia, includendone la vicenda collezionistica, conservativa ed espositiva. Un’analisi che va oltre la mera descrizione, e che permette di seguire lo sviluppo della nostra tradizione figurativa per due secoli, tra straordinari capolavori e pitture meno note, confermandone la fortuna critica o avanzando nuove proposte di tipo attributivo e cronologico.

Oltre alla scoperta del Mantegna, infatti, diverse altre interessanti novità, sempre basate su rigore scientifico, emergono nel catalogo ragionato della collezione. Per esempio, quella relativa all’opera più antica conservata in Accademia, la Crocifissione tra Maria e San Giovanni Dolenti, attribuita a Grifo di Tancredi, o quella del Ritratto di Giuliano de’ Medici, dietro cui si scorge l’impronta del Botticelli. O quella, non meno curiosa, del falsario settecentesco che imita, in una Madonna col Bambino, un pittore cremonese di fine Quattrocento.

Oltre a questi artisti, tra i più celebri si annoverano Baldovinetti, Foppa, Bergognone, Bellini, Crivelli e Carpaccio, e moltissimi altri che accompagneranno il lettore specializzato e anche quello “assetato di conoscenza” in un viaggio che è una riscoperta della linea di collezionismo e di connoisseurship di alta qualità che ha creato la pinacoteca bergamasca: dal lascito di Giacomo Carrara, a quelli di Guglielmo Lochis, di Giovanni Morelli e di altri appassionati.

Giovanni Valagussa si è laureato a Milano con Miklós Boskovits. Ha studiato alla Fondazione Roberto Longhi di Firenze con Mina Gregori e per il dottorato di ricerca a Torino con Giovanni Romano. È stato conservatore al Museo civico Ala Ponzone di Cremona e all’Accademia Tadini di Lovere. Attualmente è, dal 2001, conservatore dell’Accademia Carrara di Bergamo. Dal 1998 insegna all’Università Cattolica di Brescia, in particolare Museologia dal 2002. Ha coordinato i restauri dei dipinti e l’allestimento delle sale del Quattro e del primo Cinquecento per la riapertura dell’Accademia Carrara nel 2015. Ha scritto di pittura e miniatura dall’età romanica al Duecento; poi di pittura rinascimentale lombarda e veneta soprattutto per le esposizioni di capolavori dell’Accademia Carrara, in Italia e all’estero, e di pittura moderna per le mostre su Raffaello, Carlo Ceresa, fra Galgario, Giovanni Carnovali detto il Piccio.

ACCADEMIA CARRARA BERGAMO

Dipinti italiani del Trecento e del Quattrocento, catalogo completo

a cura di Giovanni Valagussa

448 pp., cartonato con sovraccoperta

24,5 x 28,5 cm, 306 ill. a colori

65,00 €

isbn: 978-88-99765-68-2

Officina Libraria

www.officinalibraria.net

1542656518
19.11.2018 20:41Museo del Prado Dentro de unos minutos el Telediario de @rtve desde la sala de “Las Meninas” #Prado200 https://t.co/XYZntmfQiM
1542622860
19.11.2018 11:21National Gallery The Queen of Denmark & Alexandra of Denmark visited the Gallery #OnThisDay in 1875. #ArchiveAnniversaries https://t.co/OBsmWICy8S
1542557734
18.11.2018 17:15Design Museum Soulwax’s Nite Versions by Trevor Jackson.@dazarbeygui @DesignMuseum #FontSunday #vinyl https://t.co/TlZ8EQjHvr
1542482100
17.11.2018 20:15Tate Not long until the 2018 #TurnerPrize winner is announced!Who gets your vote? https://t.co/pzrUKLHiCL https://t.co/Bw9V2w51SU
1542143794
13.11.2018 22:16Musée des Beaux-Arts #Rennes . L’œuvre d’Anne-Flore #Cabanis en cours d’installation | via @ouestfrance https://t.co/7MtXU6bJTi https://t.co/7DEoDscF1G
1532425853
24.07.2018 11:50The State Hermitage Exhibition Celebrating The Day of Oman at the Hermitagehttps://t.co/V4EGi3Hle7 https://t.co/fb4z8Npzx1
1530042983
26.06.2018 21:56Dynamic Africa Why does this always happen? https://t.co/3z1PJhbUgQ
1507286214
06.10.2017 12:36Marmottan Monet Camille Monet, the first wife of Claude Monet #impressionism #art #painting @MuseeMarmottan https://t.co/fjgveUr139
1542688320
20.11.2018 05:32Guggenheim Museum Did you #GuessTheArtist correctly? Here’s the full view of #JeanMetzinger ’s “Woman with a Fan” (1912).Learn more ab… https://t.co/KmpJCHivBn
1542659418
19.11.2018 21:30Tate 'Only this is true, that beauty is very beautiful, and softens, and inspires, and rouses, and lifts up, and never f… https://t.co/lhUcDO9pOA
1542657481
19.11.2018 20:58MoMA, The Museum of Modern Art “...how do you make someone present when history has made such an effort to erase them?” Our newest #ModernWindow i… https://t.co/yVGEKOnTxN
1542654973
19.11.2018 20:16National Gallery Watch as our Head of Conservation, Larry Keith, retouches some of the areas of damage seen on #NGArtemisia 's 'Self… https://t.co/iQV5s8iUOv
1542650489
19.11.2018 19:01Musée d'Orsay Un père, un fils... et deux frères :samedi 24 novembre, à l'occasion de l'expo #RenoirPereFils , les cinéastes Arna… https://t.co/VXfFc1rOp8
1542650442
19.11.2018 19:00Musée du Louvre [#WorkOfTheDay ] This large drawing is testimony to Daniel Seiter's work in Turin: it is one of the preparatory st… https://t.co/zeuURhcuFi
1542636620
19.11.2018 15:10Design Museum 'They took me to an upper floor warehouse on the east side near #AndyWarhol 's house. The is where all the his stuff… https://t.co/HMLpu7x6Vf
1542617600
19.11.2018 09:53Musée des Beaux-Arts Saisissante performance au Musée des Beaux-arts de #Rennes de l'artiste féministe australienne Madison Bycroft, qui… https://t.co/oR8twwDXvE
1541463899
06.11.2018 01:24Dynamic Africa Photographer @etinosa_yvonne is the recipient of this year's @LagosPhotoFest @NatGeo portfolio review for her work… https://t.co/pANgZAhouX
1538478435
02.10.2018 13:07The State Hermitage The exhibition “The Age of Rembrandt and Vermeer: Masterpieces of The Leiden Collection” in The Nicholas Hall of th… https://t.co/hIND5XGACT
1527266047
25.05.2018 18:34Marmottan Monet Jusqu'au 8 juillet le @MuseeMarmottan organise une rétrospective sur les figures de Camille Corot. #exposition L’oc… https://t.co/k0MyMGrSZB

Condividi Scarica l'app - Nel menù le altre zone. Seguici su Facebook.